COME VENDERE CORSI ONLINE

da | Ecommerce

Per vendere un corso online hai principalmente bisogno di un processo fatto di 4 step: definizione della tua idea vincente, creazione della struttura del corso, creazione del copy, creazione dell’accademia che ospiterà il tuo corso o impostazione di una piattaforma di terze parti come Teachable, Kajabi o Thinkific che ti permetta di vendere e fare il modo che gli utenti registrati possano usufruire del contenuto.

Il trend della vendita dei corsi online

La crisi pandemica iniziata nel 2020 ha accelerato vertiginosamente un trend che era già presente da qualche anno: la crescita dell’industria dell’e-learning. (Leggi qui i dati pubblicati da Global Market Insights)

La crescita del mercato dei corsi di formazione in Italia non può lasciare indifferenti e viene legittimamente da chiedersi: è ora di cominciare a produrre corsi online? E se si, come?

In questo post voglio affrontare con te alcuni aspetti tecnici e strategici della produzione di video corsi. Se sei un libero professionista o se hai un’ attività di ecommerce che pensi possa beneficiare dall’integrazione di infoprodotti, questo post ti proporrà un processo consistente in 4 step che ti aiuterà a creare il tuo primo corso online.

Il processo che ti aiuterà a creare e a vendere un corso online.

Identificare la tua idea vincente

In questa fasa ti sarà richiesto di svolgere una ricerca al fine di capire le esigenze e le problematiche affrontate dal tuo cliente ideale.

e

Creare l’outline del tuo corso

In questa fasa dovrai strutturare moduli e topic per pianificare tutti i materiali da creare.

Creare il copy e raccogliere gli elementi visivi

Questa è la fase nella quale produrrai tutti i testi che ti serviranno per la landing page per tuo corso e raccoglierai infografiche e immagini.

Creare la tua “accademy”.

Questa è la fase nella quale imposterai la piattaforma di terze parti o creerai la tua accademia in WordPress.

1. Identifica la tua idea vincente.

Per l’identificazione della tua idea vincente partiamo dal “chi” ovvero dal tuo cliente ideale. Maggiori dettagli hai a disposizione sul tuo “target audience” maggiori saranno le possibilità di riuscita del tuo corso. Questo significa soprattutto andare ad identificare i problemi del tuo cliente ideale. Un business è tale se risolve un problema, per questo conoscere in maniera approfondita i bisogni e i problemi del tuo target audience è fondamentale.

Per implementare questa fase, potrai avvalerti di diversi strumenti. Quello più semplice da usare (ma non per questo meno efficace!) è sicuramente Google. Cercare i prodotti già presenti sul mercato, i servizi lanciati dai tuoi competitors e fare una ricerca dettagliata del microcosmo di blogger, influencers e competitors, ti aiuterà a raccogliere tutte le informazioni utili.

Se hai già un’attività avanzata, con una base clienti solida e hai già una lista, puoi decidere di creare un questionario e chiedere ai tuoi iscritti di compilarlo.

Ti consiglio in ogni caso di non saltare la parte della ricerca di mercato, che per quanto possa sembrare dispendiosa in termini di energie, può davvero darti dei dati utili da sfruttare nella tua strategia.

Potresti voler usare dei tool a pagamento per raffinare ulteriormente la ricerca. In questo caso ti consiglio l’utilizzo di strumenti come Ahrefs. Si tratta di software in grado di darti un’enorme quantità di informazioni sulle ricerche effettuate dagli utenti online.

Puoi usare le 5 aree che trovi sotto per farti da guida durante la ricerca.

come vendere corsi online

2. Crea l’outline del tuo corso.

Cosa è l’outline del tuo corso?

 

Per dirla con parole semplici, si tratta della mappa del tuo corso. Traccia la rotta che tu e il tuo corsista seguirete per arrivare alla meta. Rende inoltre ben chiari gli step più importanti che caratterizzeranno il vostro percorso insieme.

La maggior parte delle outline sono caratterizzate da alcuni componenti standard e nello specifico: moduli, lezioni e topic. Puoi usare questi come gli elementi portanti della tua architettura e declinare ogni singolo elemento fino ad ottenere una mappa dettagliata.

Per esempio:

Modulo 1: Piattaforme e-learning.
Lezione 1: Le caratteristiche delle maggiori piattaforme di e-learning.
Topic 1: Come capire quale piattaforma di e-learning utilizzare per il tuo scopo.

Se il tuo corso tratta di un argomento molto preciso e si tratta di un mini corso, potresti non trovare utile utilizzare i topic. In questo caso, potrai fermare la tua analisi e mappature ai primi due livelli.

come vendere corsi online

Ti propongo alcune semplici regole che puoi seguire al fine di implementare l’attività di mappatura nel modo più lineare possibile.

1) Comincia dalla fine (ovvero dal traguardo che vuoi i tuoi corsisti raggiungano).

Fai una vera e propria operazione di reverse engineering, partendo dalla soluzione e andando a ritroso fino a elencare tutti gli step necessari per i tuoi studenti.

2) Prediligi una struttura snella, fatta di meno step possibili.

Questo significa che dovrai identificare quegli step-milestone senza i quali i tuoi corsisti non potrebbero raggiungere lo scopo del corso, togliendo ciò che è superfluo o ciò che rischia di complicare il loro percorso senza aggiungere benefici.

3) Una volta ultimata, ripercorri la mappa e assicurati che l’ordine degli step proposto abbia senso e sia quello che meglio agevola l’apprendimento dei tuoi corsisti.

Alcuni componenti importanti che puoi aggiungere alla tua mappa.

Si tratta di alcuni elementi che ti aiuteranno a spiegare il corso ai tuoi studenti e ti saranno d’aiuto anche nella fase successiva, ovvero la scrittura del copy della tua sales page (pagina nella quale venderai il tuo prodotto).

Descrizione del corso. Di cosa tratta? Quale problema risolve? A chi si rivolge principalmente?

Requisiti. Che competenze pregresse deve avere il corsista per poter trarre realmente beneficio? Ci sono cose che deve sapere già fare senza le quali il corso non è utile?

Outcomes. Quali abilità i corsisti otterranno alla fine del corso?

3. Prepara il copy per il tuo corso.

Questa è la fase in cui preparerai tutto per la tua sales page. Lavora sui seguenti elementi.
E

Titolo del corso

Regola numero 1: chiarezza. Fai capire subito di cosa si tratta.
E

Tagline

Nella tagline fai riferimento al risultato desiderato dal tuo cliente potenziale.
E

Hook

Cosa usarai come “gancio” all’inizio della pagina? Il tuo “hook” è simile alle tagline: deve identificare il problema e offrire la soluzione, invogliando le persone a volerne sapere di più.
E

Pain points

Quali sono i “pain points” dei tuoi clienti potenziali?
Cosa vorrebbero ottenere? Pensa ad almeno 3 o 5 frasi nelle quali il tuo audience potrebbe riconoscersi.
E

Turning point

Qual è il punto di svolta che il tuo prodotto offre?
E

Perché il tuo corso è diverso dalla concorrenza

Come puoi posizionare il tuo corso affinchè sia differente da quelli della concorrenza? Cosa lo rende unico?
E

Il potere trasformatore del tuo corso

Descrivi come la loro vita potrebbe cambiare o migliorare come risultato delle conoscenze apprese grazie al tuo corso. Crea almeno 3-5 frasi che aiutino il tuo cliente potenziale a immaginare in modo specifico i miglioramenti e i cambiamenti che otterrebbe attraverso il tuo corso.
E

Il curriculum

Qual è il curriculum del tuo corso? Pensa al curriculum come a una lista nella quale specificare tutti i singoli moduli e sotto moduli che andrai a coprire.
E

Bonus

Offrirai dei bonus con i tuoi corsi? (Ti consiglio di farlo). Elencali in questa sezione con una breve descrizione che ne descriva il contenuto e lo scopo.
E

Testimonials

Hai delle testimonianze o dei casi studi che puoi usare? Se si, questa è la sezione giusta per utilizzarle. Meglio se i tuoi testimonials ti danno il consenso. a usare le loro foto. Ovviamente, non avendo mai insegnato questo corso prima, potresti non avere testimonianze dirette, ma potresti usare quelle di clienti che hanno lavorato con te, magari usufruendo dei tuoi servizi personalizzati.
E

La tua bio

E’ il momento di parlare di te. Ricordati che la tua bio deve essere declinata sulla base dei tuoi studenti: perchè la tua esperienza, il tuo background. e le competenze da te acquisite sono quelle giuste per aiutarli nella loro situazione?
E

Garanzie e diritto di rimborso

Spiega le condizioni della tua garanzia di rimborso. Ricorda che tutte le cose che riguardano i termini e le condizioni di acquisto devono essere disponibili il un documento apposito. Ti invito ad utilizzare un servizio come Iubenda laddove tu non abbia un legale che si occupi direttamente della redazione dei testi.

E

FAQs

Ci sono delle domande frequenti che ti piacerebbe includere? Queste potrebbero essere semplicemente delle domande che ritieni il tuo cliente potenziale abbia. E’ un’ottima sessione per affrontare le possibili obiezioni dei tuoi clienti potenziali!
E

Prezzo

Indica il prezzo al quale il tuo corso può essere acquistato.

4. Prepara la tua academy.

Ci sono diversi modi per creare e lanciare il tuo corso.

Un modo molto semplice è quello di utilizzare delle piattaforme terze come Teachable, Kajabi o Thinkific. Queste piattaforme ti permettono di ospitare i tuoi video con molta semplicità. Non potrai realmente brandizzare la piattaforma. Sebbene ti venga consentito di utilizzare URL dedicati e di inserire il tuo logo, siamo molto lontani da una vera e propria personalizzazione della piattaforma. Questo non significa che tu debba scartare questa ipotesi. Se non vuoi addentrarti in passaggi più tecnici può essere un’ottima opzione. Una volta prodotti i video, infatti, potrai semplicemente caricarli sulla piattaforma e aggiungere il restante materiale educativo (come pdf scaricabili) da mettere a disposizione dei tuoi studenti.

Anche i pagamenti avverranno attraverso la piattaforma. In alcuni casi potresti vedere che, nei piani base, viene previsto il pagamento di una commissione per ogni transazione. In generale però, la parte tecnica è ridotta al minimo e le poche impostazioni da inserire non rappresentano un grande ostacolo.

Qual è il vero problema di piattaforme come queste?

Il corso non è tuo. Sei un ospite della piattaforma. Pertanto devi capire quanto veramente ti piaccia l’idea che una parte del tuo business non sia sotto il tuo diretto controllo.

Un modo per evitare questo è sicuramente costruire una vera e propria accademia con WordPress e con Learning Management System (LMS), come quello da me utilizzato su diversi siti di clienti: ovvero LearnDash.

Nello specifico, la combinazione di LearnDash, Woocommerce e WordPress ti consente di creare un vero e proprio ecommerce attraverso il quale vendere i tuoi corsi e che consente ai tuoi utenti di fruire del corso direttamente dal tuo sito.

A seconda dei casi, puoi decidere di creare ecommerce e accademia a integrazione del tuo sito WordPress già esistente, o di creare una nuova struttura su un sottodominio indipendente.

Potrai abilitare i pagamenti online attraverso Stripe e Paypal e permettere ai tuoi studenti di usufruire dei video nella tua accademia dedicata, in un ambiente privo di distrazioni come quello fornito da LearnDash 3.0. Potrai inoltre preparare quiz e certificati per i tuoi corsisti, insieme a file audio e altro materiale di studio.

L’utilizzo di software di sviluppo come Divi di Elegant Themes, ti permetteranno inoltre di poter costruire le tue pagine in modo agevole.

Se vuoi essere seguito passo passo nella realizzazione della tua accademia, puoi dare un’occhiata al mio servizio di coaching 1-on-1.

Come al solito, non mi resta che augurarti buon lavoro sul tuo sito web!

Maria Giovanna

Maria Giovanna

Web Strategist, web designer e project manager. Tech-expert appassionata di digital marketing, qui ti aiuto a ottimizzare il tuo sito e vendere online servizi e prodotti.

Vuoi approfondire?

Aprire un E-Commerce partendo da zero – Guida Completa

Aprire un E-Commerce partendo da zero – Guida Completa

Aprire un e-commerce: perché è fondamentale avere un piano.Questa guida nasce con l’intento di fornire una mappa per l’apertura di un negozio online, partendo dagli step burocratici necessari, fino ad arrivare alla scelta della piattaforma e alla creazione di un piano...

STRATEGIE ECOMMERCE

STRATEGIE ECOMMERCE

Strategie per ecommerce: 10 strategie che puoi implementare per fare crescere il tuo negozio online e le competenze per applicarle.Quali strategie per ecommerce puoi implementare per vedere crescere il tuo business? Lanciare e fare crescere un ecommerce non è semplice...

MASTERCLASS GRATUITA - "UNA VISIONE PER IL FUTURO"

Segui il corso gratuito dove scopriamo insieme quali sono le basi per la creazione di un progetto di vendita di servizi o prodotti online che sia solido e segua una metodologia replicabile per te e per il tuo team.

COME LANCIARE UN PROGETTO DI VENDITA DI SERVIZI O PRODOTTI FISICI

Vuoi un sito che converta i tuoi visitatori in clienti?

Dai un'occhiata ai miei servizi per imprese e liberi professionisti.

0 commenti

Pin It on Pinterest

Share This
EcommerceCOME VENDERE CORSI ONLINE