Cos’è e come si crea una buona mailing list.

Cos’è e come si crea una buona mailing list? La mailing list non è altro che una lista di nomi e indirizzi email usati da una persona o da un’azienda per la spedizione di una mail a più destinatari contemporaneamente. Forse un po’ trascurata nel digital marketing, la mailing list rimane ancora un’arma efficacissima per l’implementazione delle tue strategie di marketing, sia che tu venda prodotti fisici, sia che tu venda servizi. Quando si parla di creare una buona mailing list ci si riferisce alla qualità dei contatti raccolti, non alla quantità. Una mailing list molto ampia fatta di contatti che non interagiscono con il contenuto non fa altro che danneggiare la tua mailing list. I contatti che non aprono mai le tue email non fanno altro che inviare segnali negativi ai provider come Gmail e Outlook. Per questo è importante non solo far crescere la propria mailing list, ma essere sicuri di curarne la qualità, non avendo paura di cancellare anche una grossa quantità di contatti se questi non si dimostrano interessati ai tuoi contenuti.

Oggi, guadagnarsi la fiducia dell’utente convincendolo a lasciarti la sua email, ovvero dandoti accesso alla sua casella di posta, non è affatto scontato e occorre impegnarsi nella produzione di contenuti di qualità per aumentare le possibilità di riuscita in tal senso.

Perché creare una buona mailing list è cosi importante nell’era del social?

Il 98% delle persone che arrivano sul tuo sito web per la prima volta, non sono pronte ad acquistare niente. La relazione con ogni singolo utente va coltivata e fatta crescere sfruttando alcune automatizzazioni che ti consentano di rimanere in contatto con l’utente e farti conoscere. Se è verissimo che i social media sono dei canali di marketing molto potenti per personal brand, consulenti e aziende, è anche vero che il gioco si svolge sempre su fondamenta poco solide: un cambio di algoritmo e la tua capacità di raggiungere i tuoi follower può abbassarsi drasticamente. Le basi della tua mailing list sono invece solide (e per questo difficili da costruire). Costruire una mailing list significa avere pieno controllo sulla relazione che stai coltivando con la tua audience. Facebook e Instagram potrebbero improvvisamente chiudere i battenti (ok, scenario surreale, ma d’altronde non ti aspettavi nemmeno di vivere nell’era della pandemia globale), e tu avresti comunque la tua maling list che ti permetterebbe di comunicare con il tuo pubblico. Per questo motivo vale la pena superare la paura dei passaggi tecnici per impostarla (niente di impossibile, vedrai) e di investire del tempo nella creazione di promozioni o contenuti di qualità che ti aiutino a conquistare la fiducia del visitatore del tuo sito.

Non sei ancora convinto? Ecco le 5 principali ragioni

5 ragioni per creare una buona mailing list.

E

Hai il pieno controllo della tua lista.

Al contrario dei social media, la tua mailing list ti appartiene.
E

Un indirizzo email è un vero e proprio asset.

Una persona può mettere un like su un tuo post su instagram ma è sicuramente meno propensa a dare in giro il suo indirizzo email. Quando qualcuno ti sta dando il suo indirizzo ti sta lanciando un segnale chiaro e forte: vuole sapere di più di ciò che hai da dire, vuole conoscerti meglio.
E

Il tuo contenuto avrà la possibilità di guadagnare più traction.

Avere una mailing list significa avere la possibilità di attirare più traffico sui tuoi nuovi contenuti immediatamente. Hai pubblicato un nuovo post sul tuo blog? Un nuovo episodio del tuo podcast? Fantastico! Comunicalo alla tua mailing list.
E

Le email ti aiutano con le conversioni.

Le email convertono più di qualsiasi altro canale di marketing, anche più della search e dei social media…direi che questa ragione può essere più che sufficiente per convincerti che devi iniziare una mailing list oggi stesso!

E

La mailing list ti aiuta a consolidare il tuo brand.

Le persone che ti hanno dato la loro email SI ASPETTANO di ricevere tue notizie. Approfittane per presentarti, permetti loro di conoscerti meglio e di comprendere fino in fondo su cosa si basa il tuo brand.

Se finalmente ti sei convinto dell’importanza che il tuo sito lavori per te, raccogliendo le email dei tuoi visitatori, continua a leggere per:

1) Capire come convincere il tuo visitatore a darti la sua email.
2) Come automatizzare tutto e fare il modo che il tuo sito lavori per te.

Se vuoi creare la tua mailing list e vuoi farlo con un vero e proprio blueprint che ti spiega passo passo come fare, accedi alla mia pagina risorse, troverai la guida blueprint “List Building: Cominciare a creare una mailing list che converte”.

Cos’è e come si crea una buona mailing list: newsletter e lead magnet.

E

“Iscriviti alla newsletter”.

La modalità più classica è l’utilizzo della formula “Iscriviti alla mia newsletter”. Solitamente relegato in fondo alla pagina, questa formula risulta generalmente poco efficace.
E

Lead Magnet.

Un modo migliore è quello di offrire un contenuto di qualità gratuito che vi aiuti ad acquisire i contatti. Il lead magnet (aka freebie) può veramente fare la differenza quando si tratta di fare crescere la vostra mailing list.

Arianna Lai, mentor di marca personale, che aiuta i suoi clienti a migliorare la propria comunicazione online, è stata una mia (amatissima) cliente e insieme abbiamo lanciato il suo nuovo sito web. Abbiamo implementato fin da subito una strategia di crescita della mailing list basato su un lead magnet che consisteva in un vero e proprio workbook che ha tutte le caratteristiche che troverete sotto. Dopo 24 ore dal lancio del suo sito, la sua mailing list era cresciuta di più di 100 contatti.

Le 5 caratteristiche di un lead magnet che converte.

E

Cucito attorno al tuo target.

Il tuo lead magnet deve rivolgersi al tuo pubblico ideale. Pensare al tuo target, ti permetterà di produrre un lead magnet che non solo convertirà contatti sul momento ma che potrà garantirti un buon tasso di apertura delle newsletter che l’utente riceverà successivamente.
E

Super utile.

Il tuo lead magnet deve aiutare la tua audience a risolvere un problema specifico. Non mettere insieme una checklist qualunque, offri delle soluzioni.
E

Actionable ovvero…subito utilizzabile.

Il valore del tuo lead magnet aumenta se fornisce step concreti che il tuo pubblico può seguire fin da subito per migliorare la sua condizione attuale.
E

Facile da consultare

Non rendere la vita difficile alla tua audience: scegli un formato che sia facilmente fruibile. Utile ma allo stesso tempo consultabile in poco tempo.
E

Effetto wow!

Fai il modo che il tuo lead magnet rappresenti la garanzia della qualità delle informazioni che offri. Fai il modo che l’utente voglia aprire la tua prossima email!

Cos’è e come si crea una buona mailing list: come implementare la raccolta delle email.

Passiamo ora alla temutissima parte tecnica…come implementare la raccolta delle email sul tuo sito web?

Per tutti i non-techies arrivati fino a qui: non scappate cari lettore! Non c’è nulla di impossibile.

La prima cosa che ti serve è scegliere il tuo Email Service Provider (ESP), ovvero quel software che ti permetterà di raccogliere tutte le email.

Leader del mercato in questo settore è sicuramente Mailchimp che ti aiuta offrendoti i primi 2000 contatti gratis. Ci sono delle limitazioni ovviamente, per esempio quella di non potere creare liste diverse, ma poter iniziare a raccogliere i primi 2000 contatti senza pagare non è da poco.

Altro ESP che si è affermato sul mercato negli ultimi anni è CovertiKit. Amatissimo per la sua interfaccia faccia da usare, è sicuramente un ESP potentissimo che può aiutarti nelle tue campagne di email marketing. Gratis per i primi 1000 contatti, non permette con il piano gratuito nessun tipo di automatizzazione.

Una volta aperto un account, dovrai aggiungere un optin form al tuo sito web, se non ne ha già uno.

Se sei in fase di programmazione del sito web, ti consiglio di prendere in considerazione l’utilizzo del tema Divi. Al contrario del suo nome, Divi non è un tema WordPress, ma un vero e proprio page builder usato da designer professionisti che rende il processo di sviluppo del sito estremamente più efficiente.
Plugin come Caldera o Gravity Form sono in grado di aiutarti a creare un optin da inserire nel tuo sito.
L’integrazione con l’ESP avviene tramite API, un acronimo che sta per Application Programming Interface e che in poche parole integra le due funzionalità. Potrai crearlo dall’area account del tuo ESP.

A questo punto potrai creare un’automatizzazione sul tuo ESP: ogni volta che qualcuno si iscriverà per ricevere il tuo lead magnet, riceverà da te una mail che lo contiene. Cura bene questa email, è una prima possibilità di creare un legame con il tuo visitatore.

Ti consiglio inoltre di reindirizzare l’utente che si è appena iscritto in una pagina apposta nella quale spieghi cosa succederà da quel momento in poi e dove potrai ringraziarlo per avere dimostrato di essere interessato ai tuoi contenuti.

Accedi all’area riservata e scarica la guida step-by-step per cominciare a creare la tua mailing list.

Cosa aspetti a creare una mailing list che converta visitatori in clienti?

Hey There! Sono Maria

Webdesigner, web strategist e project manager. Tech-expert appassionata di digital marketing, qui ti aiuto a ottimizzare il tuo sito e vendere online servizi e prodotti.

Ti servono risorse per migliorare la tua presenza online?

Iscriviti alla newsletter e accedi alle Risorse Gratuite.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Vuoi approfondire?

COME STRUTTURARE UN SITO WEB

COME STRUTTURARE UN SITO WEB

Come strutturare un sito web? Per capire veramente come organizzare il contenuto in modo logico per garantire un’esperienza di navigazione ottimale, dobbiamo conoscere i principi dell’Information Architecture (IA) ovvero della pratica di organizzare il contenuto in modo efficace.

EMAIL MARKETING: COME FARE

EMAIL MARKETING: COME FARE

L’ Email marketing è il solo canale che ti consente di raggiungere direttamente i tuoi lettori e potenziali acquirenti. Imparare come fare crescere la propria mailing list significa generare lead qualificati e incrementare le vendite.

NICCHIA DI MERCATO

NICCHIA DI MERCATO

Se avete trascorso anche solo un minuto nel magico mondo del business online o del marketing online, vi sarà sicuramente capitato di sentire parlare di nicchia e molto probabilmente avrete sentito l’espressione “to niche down”.

VENDERE SERVIZI ONLINE

VENDERE SERVIZI ONLINE

Vendere servizi online come sessioni di coaching e consulenze professionali è possibile attraverso un sito web con funzioni di e-commerce, dove i tuoi servizi diventano dei veri e propri prodotti che i clienti possono mettere nel carrello e acquistare in totale sicurezza. Una soluzione è sicuramente rappresentata dall’utilizzo di Wordpress insieme a Woocommerce.

COME USARE ZOOM

COME USARE ZOOM

In questo post troverete informazioni utili su cosa sia la piattaforma di video e audio conferenza Zoom e come come usarla al meglio per organizzare i vostri meeting virtuali. Potrete inoltre trovare buone prassi per gestire al meglio le riunioni e aumentare il livello di sicurezza dei vostri meeting virtuali.

FREE DOWNLOADS 

Comincia a migliorare il tuo sito.

Scarica i miei blueprint che ti aiuteranno da subito a migliorare il tuo sito. Gli iscritti alla pagina Risorse riceveranno inoltre le mie email con tanti consigli gratuiti per migliorare la performance del loro sito e fare convertire più visitatori in clienti.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

ELEGANT FIND DESIGN

Vuoi un sito che converta i tuoi visitatori in clienti?

Dai un’occhiata ai miei servizi. Sarò felice di aiutarti.

Pin It on Pinterest

Share This
Vendere Online COS’E’ E COME SI CREA UNA BUONA MAILING LIST